Estratto da Rivista ticinese di diritto II-2012 (III. Diritto di famiglia)

Print Friendly, PDF & Email

2c Art. 105 n. 4 CC; 59 seg. LDIP

Azione di nullità del matrimonio – competenza per territorio sul piano internazionale
L’azione di nullità del matrimonio fondata sulla causa assoluta dell’art. 105 n. 4 CC (matrimonio fittizio) va annoverata fra le norme dell’ordine pubblico svizzero. Se nessuno dei coniugi ha il domicilio in Svizzera o la cittadinanza svizzera, l’azione va promossa davanti al foro del luogo in cui è stato celebrato il matrimonio.
I CCA 26.4.2012 N. 11.2009.123

3c Art. 132 cpv. 1, 177, 291 CC

Avviso (o diffida) ai debitori – minimo esistenziale del convenuto
Quando il debitore deve tollerare un’erosione del proprio minimo esistenziale calcolato secondo i principi del diritto esecutivo?
I CCA 25.1.2012 N. 11.2011.187

4c Art. 176 cpv. 1 n. 1, 125 CC

Quando può essere tenuto un coniuge professionalmente inattivo (in tutto o in parte) a riprendere o estendere un’attività lucrativa già in una procedura a tutela dell’unione coniugale?
Metodo applicabile per il calcolo del contributo alimentare in una procedura a tutela dell’unione coniugale e criteri in base ai quali un coniuge può essere tenuto a riprendere o estendere un’attività lucrativa, prevedendosi una disunione coniugale ormai definitiva (riassunto della giurisprudenza).
I CCA 1.6.2011 N. 11.2011.45 (ricorso in materia civile del 7 luglio 2011 dichiarato inammissibile dal Tribunale federale con sentenza 5A_466/2011 del 24 febbraio 2012)

5c Art. 176 cpv. 1 n. 1, 285 cpv. 2 CC

Contributo alimentare per il figlio – commisurazione alla fattispecie concreta
Genitore non affidatario che assume i costi del vitto per il figlio in misura notevolmente superiore a quella di un genitore che esercita un diritto di visita usuale. Caso in cui il padre si faccia carico mediamente delle spese di tre pranzi e tre cene la settimana.
I CCA 15.3.2012 N. 11.2011.155 

6c Art. 176 cpv. 1 n. 1, 285 cpv. 2 CC

Contributi di mantenimento per il figlio – commisurazione alla fattispecie concreta
Genitore non affidatario che si occupa del figlio in misura notevolmente maggiore rispetto a un genitore che esercita un diritto di visita usuale. Caso in cui il padre ospita il figlio un giorno in più la settimana.
I CCA 30.3.2012 N. 11.2009.95

7c Art. 176 cpv. 3 CC

Protezione dell’unione coniugale – affidamento dei figli
Criteri cui deve attenersi il giudice: differenze rispetto a una causa di divorzio.
I CCA 26.4.2012 N. 11.2011.184

8c Art. 308 seg. CC

Protezione del figlio – curatela «di paternità» e curatela «di mantenimento» nel caso in cui la madre viva in concubinato stabile
Una curatela «di paternità» in favore del figlio va designata anche nel caso in cui la madre viva in concubinato stabile con il padre che non ha ancora riconosciuto il bambino (consid. 7).
Una curatela «di rappresentanza» in favore del figlio va designata anche in caso di concubinato stabile se la madre o il padre che ha riconosciuto il bambino rifiutano di regolare la questione del mantenimento
(consid. 8 e 9).
I CCA 14.2.2012 N. 11.2008.69

45c Art. 265 cpv. 1, 308 cpv. 1 lett. b) CPC

Impugnabilità di un provvedimento supercautelare
Un provvedimento supercautelare, emesso immediatamente e senza sentire la controparte, non è mai un atto impugnabile (precisazione della giurisprudenza).
I CCA 22.12.2011 N. 11.2011.126

46c Art. 265 cpv. 2, 308 cpv. 1 lett. b) CPC

Impugnabilità di decreti cautelari emessi «nelle more istruttorie»?
Decreti cautelari emessi «nelle more istruttorie» sono equiparabili a decreti supercautelari.
I CCA 22.12.2011 N. 11.2011.186

57c Art. 80 cpv. 2 n. 2 LEF; 287 cpv. 1 CC

Contributo di mantenimento – rigetto dell’opposizione
Dal 1° gennaio 2011, la convenzione regolante il contributo di mantenimento a carico dell’escusso costituisce titolo di rigetto definitivo dell’opposizione, quando la stessa è stata ratificata dalla competente commissione tutoria (art. 287 cpv. 1 CC), siccome le decisioni amministrative sono da tale data assimilate a titoli di rigetto definitivo anche se vertono su crediti di diritto privato (cfr. art. 80 cpv. 2 n. 2 nLEF).
CEF 27.4.2012 N. 14.2012.56 (il ricorso in materia civile inoltrato al TF contro questa decisione è stato dichiarato irricevibile con sentenza 6 giugno 2012 [5D_89/2012])

65c Art. 93 LEF

Pignoramento – rendite per figli
Il diritto alle rendite per figli spetta in linea di massima all’assicurato e va quindi preso in considerazione nei propri redditi.
CEF 23.3.2012 N. 15.2012.39

76c Art. 72 LDIP; 260a cpv. 1 CC

Contestazione di un riconoscimento di paternità estero
Diritto svizzero applicabile in casu alla contestazione di un riconoscimento di paternità estero.
I CCA 22.3.2012 N. 11.2009.146