Assistenza legale anche in Videoconferenza

Print Friendly, PDF & Email

Per assicurare la possibilità di ricevere assistenza legale, ma anche per tener conto dell’esigenza di ridurre i contatti interpersonali e svolgerli comunque nel pieno rispetto delle norme igieniche accresciute e di distanza sociale, ho deciso di organizzare gli appuntamenti, oltre che in ufficio, anche in videoconferenza (basta avere uno smartphone, un tablet o un computer portatile).Le videoconferenze si svolgono tramite Zoom (o, in alternativa, tramite Skype). Per assicurare la professionalità del servizio, la consulenza in videoconferenza (o al telefono) viene fornita esclusivamente nell’ambito di un mandato a titolo professionale e prevede quindi il pagamento dell’onorario.

Per fissare un appuntamento in videoconferenza o al telefono è sufficiente chiamare lo +41 (0)91 922-58-55 o mandare una richiesta per e-mail all’indirizzo info@legale-bernasconi.ch.

Come viene svolta la videoconferenza?

Zoom Meeting è la soluzione scelta per gli appuntamenti in videoconferenza, visto che è una soluzione che offre una qualità video e audio di alta qualità e garantisce la massima sicurezza. In alternativa, a richiesta le videoconferenze possono aver luogo anche via Skype o Microsoft Teams.

Svolgimento pratico delle videoconferenze

Quando si riceve via e-mail l’invito a partecipare alla riunione è sufficiente cliccare su partecipa, digitare il proprio nome ed email e dare il consenso all’uso della videocamera e del microfono. Si può partecipare alla videoconferenza tramite smartphone, tablet o pc con l’applicazione gratuita “Zoom Meeting”.

L’applicazione gratuita può essere scaricata al seguente indirizzo: https://zoom.us/DOWNLOAD.

Un video tutorial sull’uso di Zoom Meeting si può vedere al seguente indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=5B7SSW-zcGE.

Di principio, per il primo appuntamento viene richiesto il pagamento anticipato della consulenza per il tempo prevedibile tramite il sistema Paypal.

In caso di successivo conferimento di un mandato, la richiesta d’acconto verrà poi fatturata con una normale polizza di versamento, che può essere inviata sia per email che per posta.

Anche in questa situazione difficile, farò del mio meglio per mantenere lo stesso livello di servizio di sempre. Ovviamente, in questa fase occorre comunque tener conto delle eventuali limitazioni per l’accesso ai servizi pubblici, compreso l’apparato giudiziario (che dovrebbero venir meno dal 20 aprile 2020).

Certo di potere contare sulla comprensione di tutti per la necessità di adattarsi a queste nuove modalità di consulenza, Vi ringrazio e auguro a tutti di essere e restare in salute.

Avv. Igor Bernasconi

#stiamoacasa #coronavirusticino #lontanimavicini #Ticino #CoronaInfoCH