Requisiti per la diffida in caso di mora nel pagamento del premio dell’assicurazione complementare

Print Friendly, PDF & Email

In una sentenza del 30 gennaio 2012 (DTF 138 III 2), il Tribunale federale ha indicato che per esplicare i suoi effetti, una diffida in caso di mora nel pagamento del premio di un’assicurazione complementare deve indicare le conseguenze della mora secondo l’art. 20 seg. LCA (in particolare secondo l’art. 20 cpv. 3 (il fatto che se la diffida rimane senza effetto, l’obbligazione dell’assicuratore è sospesa a datare dalla scadenza del termine di diffida) e l’art.21 cpv. 1 LCA (decadenza del contratto in caso di mora)) in maniera esplicita, chiara e completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.