Fabbisogno minimo e inclusione delle imposte nel calcolo

Print Friendly, PDF & Email

Sentenza del Tribunale federale del 30 settembre 2011  – 5A_302/2011

Art. 176: Qualora il contributo di mantenimento sia calcolato secondo il metodo del calcolo dei fabbisogni minimi con ripartizione delle eccedenze e vi sia un’eccedenza, l’onere fiscale va considerato nel fabbisogno dei coniugi. Non considerare le imposte nonostante l’eccedenza è arbitrario. In caso d’ammanco, va determinato per entrambi i coniugi il fabbisogno minimo del diritto esecutivo . Gli oneri tributari non rientrano in tal caso nel fabbisogno minimo e non vanno pertanto considerati. Questi principi valgono sia nelle procedure di divorzio che nelle procedure di separazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.